Che cosa uso per rintracciare un truffatore

In verità i metodi che uso per rintracciare i truffatori sono quelli che chiunque può usare:

Ve li elenco, poichè se avete un minimo di dimestichezza con l’informatica potete cavarvela anche voi:

Partendo da una truffa eseguita con ricarica postepay:
Per ricaricare una carta postepay è obbligatorio il codice fiscale:
Dal codice fiscale si può risalire a data e luogo di nascita:
per invertire un codice fiscale scrivetelo su questo sito:

http://bit.ly/q9Lpk6


Una volta ottenuti data e luogo di nascita molto probabilmente sapete anche dove abita il nostro amico, ovviamente non datelo per scontato perchè il truffatore può benissimo aver cambiato indirizzo nel tempo, però quei dati spesso non sono proprio inutili, Cercando su google nome, luogo e data di nascita spesso potete trovare molti dati vecchi su di loro: iscrizioni scolastiche, luoghi dove si sono registrati, insomma, davvero di tutto, da qui avete già dei contatti che vi possono procurare dati ulteriori.
Tiro fuori 2 esempi eclatanti di persone che hanno chiesto il mio aiuto:

D.F. Era stato truffato da un presunto michele N. come pagamento aveva fornito la postepay di un certo Nardella Luciano, attraverso il codice fiscale ho scoperto che era nato a san severo, foggia nel ’63,  Cercando solamente Nardella Luciano San severo, uno dei primi articoli apparso fu questo:

FOGGIA, lunedì 12 febbraio 2007 – ORE 10.15

Furto alle Tremiti: arrestati due sanseveresi 

Sorpresi dai Carabinieri mentre, all’interno del ristorante “Luna Matana” situato sull’isola di San Domino dell’arcipelago delle Tremiti, tentavano di portar via dal registratore di cassa la somma di 150 euro, un personal computer più oggetti di modesto valore. Manette ai posi per Luciano Nardella 44enne, già noto alle forze dell’ordine e un 16enne incensurato, entrambi di San Severo. L’accusa nei loro confronti è di furto aggravato. Il Nardella è stato accompagnato presso la casa circondariale di Foggia mentre il minorenne è agli arresti domiciliari. 

Tatiana Bellizzi 

Link: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=24705

Nel 2007 una persona nata nel 63 aveva 44 anni, quindi è davvero improbabile che 2 persone con lo stesso nome, nate nello stesso luogo, e nello stesso anno si diano entrambe alla mala: Contattare le forze dell’ordine di foggia è stato semplicissimo, e da qui il caso si è risolto.

Un altro caso simile fu quello di JK che fu invece truffato da un certo Alessandro dichiaratosi di Rovigo:
La carta che lasciò fu di Federica Boato, Attraverso il codice fiscale si è ottenuto che era di trieste, nata nel 1974
Cercando solamente “Federica Boato Trieste” I primi dati apparsi sono stati 
http://bit.ly/V4mrQr

http://bit.ly/W1Ew0j

Negli articoli fu detto che aveva 25 anni, ma una volta contattati i carabinieri fu confermato che la ragazza in verità ha 35 anni, come confermato nel codice fiscale.

Questi furono casi “facili”
Ma anche altri dati si possono trovare ad esempio l’iscrizione a dei club sportivi possono facilmente portare all’identità della persona, questo fu il caso di Quatrana Marco:
Nato nel 1989, ad Alatri, Cercando “Quatrana Marco 1989 Alatri” apparve questo sito
Ovviamente per evitare di leggerlo tutto basta premere “Ctrl + F” e scrivere quatrana, il nostro amico appare 
http://bit.ly/TYlYjk Esso appartiene all’AS Alatri

Cercando “quatrana Marco As Alatri” o “Quatrana Marco Alatri Calcio”
http://bit.ly/TYlYjk
http://bit.ly/WGjNBv
Questo è servito oltre alla possibilità di contattare direttamente la As Alatri, di confermare che il nostro truffatore si trova ancora ad Alatri:
Qui cercando solamente quatrana ed alatri appare solo una persona che molto probabilmente è il padre sul sito Trovanumeri.
Ecco risolto il problema.

Scriverò altri casi a cui ho lavorato

Alcuni consigli per evitare truffe:

Avendo ormai acquistato e trattato diverse cose sulla rete ho spesso trovato delle truffe o sono stato contattatoda infimi sprechi d’aria (vedi truffatori)

C’è ne sono di diversi tipi, come ci sono diversi tipi di truffa, e tutti sfruttano il fatto che la gente acquista senza controllare, Sono sprechi d’aria, vergogna del nostro paese, perché
non solo rubano come fanno i ladri, ma prendono in giro la loro vittima, la scherniscono.
Abbiamo diversi tipi di truffa:

La truffa nigeriana

(o eventualmente altri paesi, ma in genere si definisce truffa nigeriana)
La truffa fatta alquanto bene, con l’altra parte sempre molto cordiale e veloce:
“Ciao, letto ho articolo su subito con prodotto, mi sa dire prezzo ultimo e se è ancora disponibile?”
Nota 1: Il messaggio è pieno di errori, ma non errori da straniero o grammaticali, semplici errori fatti
da traduttori automatici perché non sono in grado di capire il contesto, quindi traducono le frasi in forme che
noi non usciamo
A questo punto noi rispondiamo
“Ciao, Si il prodotto è disponibile, il prezzo è quello visto nell’annuncio”
E subito un lungo copia incolla
“Ciao sono interessato al tuo prodotto, vorrei comprarlo per: (mettere: Parente/amico con: Cancro, matrimonio, glielo hanno rubato etc.) E avrei urgenza di comprarlo. Ti pagherò anche 50/90 euro extra per le spedizioni, potresti spedirlo in nigeria, indirizzo: buba buba bombo urg, nome marcantonio auditore di venezia rapidamente per favore?”
A questo punto io gli dico semplicemente di no, ma vittime di questi raggiri dicono che arriva una falsa notifica di versamento, fatta molto bene. Spedisci e puff mai più
Se dici che non hai ricevuto il pagamento ti dà LUI del truffatore e ti dice che prenderà provvedimenti legali.
In ogni caso non preoccupatevi, perché:
I soldi elettronici sono tutti registrati, se ci sono movimenti questi sono segnati.
piuttosto segnalate alla polizia postale tutti gli indirizzi sospetti, magari a forza di inviare questi dati prima o poi decidono di bloccare le spedizioni ad alcuni indirizzi perché “sospetti di truffa” e quindi di chiedere ulteriore conferma se spedire l’oggetto o meno
Tl;dr
Truffa che ti invita a spedire in un paese e che ti fa credere di aver ricevuto i soldi quando in verità non hai ricevuto una cippa.

Truffa di tipo 2

Un’altra truffa che invece si limita a rubarvi i soldi tristemente molto presente in Italia è la truffa dove il nostro simpatico amicone vi contatta previo un vostro annuncio dove ricercate qualcosa:
Come funziona:
Voi chiedete “Ciao, ho bisogno di questo fucile a positroni per utilizzo personale, offro 200 euro spediti”
Lui vi risponde “Ciao, ho visto il tuo annuncio, casualmente mi ritrovo con un fucile a positroni modello Spastik T-0 Fr-3 g-4 t-0, Spedisco solo con corriere X e ti chiedo però 250 euro Eccoti le foto Saluti Dario (nome di fantasia)”
Voi vi fidate e inviate i 250 euro, lui poco dopo vi dice “si, ciao te l’ho spedito, eccoti la ricevuta” inviandovi la foto di un codice a barre… dapprima voi non controllate, poi passa una settimana e cercate sul sito di rintracciamento e oh, la spedizione risulta inesistente.
Ora voi chiamate questo Dario (nome di fantasia) e dite gentilmente che non vi è arrivato nulla, e che il rintracciamento non risulta efficace, sotto mille scuse esso vi dirà “si scusa dev’essere il corriere, provo a contattarlo” e silenzio… voi provate a chiedere ancora e lui rimanderà sempre, una volta spazientiti questo vi dirà “sisi, scusa, ti faccio riavere i soldi, abbi solo la pazienza di aspettare fino a giorno X” e la cosa continuerà all’infinito, perché il nostro amico è sicuro di essere imbattibile.
vi invito a leggere questo thread sul forum “Denunce italiane” che tratta proprio di un caso del genere, dove in questo caso il truffatore è presente e con le sue scuse va sempre più a fondo.
Ovviamente ci sono altri tipi di truffatori che invece creano annunci dove dichiarano di possedere un determinato prodotto e dopo che sono stati contattati fanno la stessa cosa dei primi, solo che di solito quelli che contattano la gente che cerca prodotti sono più “al sicuro” e sono più diffusi.

Schivare una truffa

Innanzitutto la prima cosa da fare è cercare nome cognome e dati di questa persona, se qualcuno è stato già truffato avrà postato molto probabilmente i suoi dati
In ogni caso io ho schivato la truffa per fortuna, e vi spiego i passi migliori per evitare questo, nel mio caso era una fotocamera, ma saltato il primo passo la procedura è uguale per tutti.
1. Chiedere una foto al cielo ditegli che questo serve per verificare che il sensore della macchina fotografica sia danneggiato o meno e (questo non diteglielo, ma servirà a voi) per verificare il numero di scatti che questa ha fatto, se vi manda una foto di qualche edificio con il cielo ritenetevi non soddisfatti, e chiedete specificamente una foto del cielo scattata da lui con la macchina fotografica che intende vendervi (questo è importante dal punto di vista legale, che lui dichiari per scritto che ti abbia inviato una mail in cui confermi che lui abbia scattato quelle foto).
Dopo che avete ricevuto le foto, tenetele entrambe, prima cosa da fare è andare su google immagini e trascinare la foto dal desktop alla barra di ricerca di google questo farà una ricerca inversa di essa e potrete verificare che non abbia copiato quest’immagine da nessuna parte.
2. Chiedete foto del prodotto, e se la persona è dotata di smartphone con gps (iphone o android) allora chiedetegli di scattare la foto. Se volete scusatevi della diffidenza tirando fuori che siete stati truffati in passato e a causa di questo tendete a dare controllate extra.
Fate anche qui la ricerca inversa con google immagini
3. Ed ora la parte divertente, andate qui http://regex.info/exif.cgi e leggete i dati sulla fotocamera, se le foto sono state scattate con uno smartphone è possibile vedere i dati gps della persona.
Se avete tutto a posto allora procedete con l’acquisto.
Se no cercate informazioni sulla persona, gettatela nel fango e trovate un modo per farla marcire in prigione, perché questo è quello che si merita.
Come sempre vi offro la mia disponibilità per cercare informazioni su persone, spesso sulla rete cercando per bene potete trovare di tutto, anche fino a 5 anni prima.